Dano existencial a tutela da dignidade da pessoa humana amaro alves de almeida neto



Baixar 156 Kb.
Página4/4
Encontro24.10.2019
Tamanho156 Kb.
1   2   3   4

8. Conclusão

Em suma, o reconhecimento da figura do dano existencial na tipologia da responsabilidade civil, exsurge como a consagração jurídica da defesa plena da dignidade da pessoa humana.





1 GARCEZ NETO, Martinho. Prática da responsabilidade civil. São Paulo: Saraiva, 4a. ed., 1984. p. 52.

2 sobre o tema, cf. AGUIAR DIAS, José. Da responsabilidade civil. Rio de Janeiro: Forense, 8a. ed. 1987. p. 865-866, n. 228; BARROS MONTEIRO, Washington. Curso de direito civil. São Paulo: Saraiva, 2001. v. 1, p. 287; CAHALI, Yussef Said. Dano moral, São Paulo: Revista dos Tribunais, 2000. 2a. ed., 4a. tir., p. 18; LOTUFO, Renan. Código civil comentado. São Paulo: Saraiva, 2003. v. 1.

3 SILVA, Wilson Melo da. O dano moral e sua reparação, Rio de Janeiro: Forense, 1969. p. 19.

4 GARCEZ NETO, Martinho. Op. cit. p. 49.

5 AGUIAR DIAS, Da responsabilidade civil. Op. cit. p. 860-861.

6 VENOSA, Sílvio de Salvo. Direito civil. São Paulo: Atlas, 3a. ed. 2003, v. 1. p. 594.

7 STOCO, Rui. Tratado de Responsabilidade Civil. São Paulo: RT, 6ª. ed. p. 1.668.

8 SILVA, Wilson Melo da. Op. cit. p. 13.

9 MICHAELIS. Moderno dicionário da língua portuguesa. São Paulo: Melhoramentos, 1988.

10 SILVA PEREIRA, Caio Mário. Responsabilidade civil. Rio de Janeiro: Forense, 1989. 1a. ed. p. 60.

11 CRICENTI, Giuseppe. Il danno non patrimoniale. Padova: Cedam, 1999. p. 44.

12 ULPIANO. Apud SARAIVA, Vicente de Paulo. Expressões latinas jurídicas e forenses. São Paulo: Saraiva, 1999. p. 520.

13 FISCHER, Hans. A reparação dos danos no direito civil. trad. Antonio de Arruda Ferrer Correia. Coimbra: Armênio Amado, 1938. p. 7.

14 SARLET, Ingo Wolfgang. Dignidade da pessoa humana e direitos fundamentais. Porto Alegre: Livraria do Advogado. 2002. p. 64.

15 AFONSO DA SILVA. José. Curso de direito constitucional positivo. São Paulo: Revista dos Tribunais, 1990. 6ª. ed. 2ª. tir. p. 93.

16 ABBAGNANO, Nicola. Dicionário de filosofia. São Paulo: Martins Fontes, 1998. p. 399.

17 SARLET, Ingo Wolfgang. Op. cit. p. 61.

18 MORAES, Alexandre. Direitos humanos fundamentais. São Paulo: Atlas, 2002. 4ª. ed. p. 22.

19 EKMEKDJIAN, Miguel Angel. Tratado de derecho constitucional. Buenos Aires: Depalma, 1993. p. 5-7, Apud MORAES, Alexandre. Op. cit. p. 22.

20 TAVARES DA SILVA, Regina Beatriz. Parecer: A dignidade da pessoa humana e a adequação do livro IV do projeto de código civil a esse princípio fundamental de direito constitucional e de direito de família – www.intelligentiajuridica.com.br/old-fev2001/artigo1.html. Consulta em 22.01.2003.

21 BITTAR, Carlos Alberto. Os direitos da personalidade. Rio de Janeiro: Forense Universitária, 2001, 5a ed. p. 22-23.

22 AURÉLIO. Dicionário eletrônico. São Paulo: Nova Fronteira, 2000.

23 ABBAGNANO, Nicola. Op. cit.

24 VENOSA, Silvio de Salvo. Op. cit. p. 148-149.

25 LOTUFO, Renan. Op. cit. p. 57.

26 VENOSA, Silvio de Salvo. Op. cit. p. 154.

27 DIAS, Aguiar, Op. cit. v. II, p. 852.

28 SESSAREGO, Carlos Fernández. Hacia una nueva sistematización del daño a la persona. Revista de Direito Civil, n. 75, p. 5-6.

29 SESSAREGO, Carlos Fernandez. “Proteción a la persona humana, Ajuris. Revista da Associação dos Juízes de Direito do Rio Grande do Sul, n. 56, 1.992, nov., p. 87-142.

30 SILVA PEREIRA, Caio Mário. Responsabilidade civil. Op. cit. p. 46.

31 FISCHER, Hans. Op. cit. p. 47.

32 FISCHER, Hans. Op. cit. p. 51.

33 LOPES DE MAGALHÃES, Teresa Ancona. O dano estético. São Paulo: Revista dos Tribunais, 1980. p. 105; SANTOS, Antonio Jeová. Op. cit. p. 369-377.

34 LOPES DE MAGALHÃES, Tereza Ancona Lopes. Op. cit. p. 18-19.

35 MELO DA SILVA, Wilson. Op. cit. p. 390.

36 MELO DA SILVA, Wilson. Op. cit. p. 384-385.

37 MELO DA SILVA, Wilson. Op. cit. p. 13.

38 CAHALI, Yussef Said. Op. cit. p. 20-21.

39 Art. 2.043 Codice Civile: “Qualunque fatto doloso o colposo, che cagione ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che há commesso il fatto a risarcire il danno.” [Qualquer fato doloso ou culposo, que cause a outrem um dano injusto, obriga aquele que cometeu o fato a ressarcir o dano].

40 Art. 2.059 Codice Civile: “Il danno non patrimoniale deve essere risarcito solo nei casi determinati dalla legge.” [O dano não patrimonial deve ser ressarcido apenas nos casos determinados pela lei].

41 Art. 185 Codice Penale: “Ogni reato obbliga alle restituzioni, a norma delle leggi civili (2.043 c.c.). Ogni reato, che abbia cagionato um danno patrimoniale o non patrimoniale, obbliga al risarcimento il colpevole e le persone che, a norma delle leggi civili, debbono rispondere per il fatto di lui.” [Todo crime obriga à restituição, de acordo com as leis civis (2.043 CC). Todo crime, que tenha causado um dano patrimonial ou não patrimonial, obriga ao ressarcimento o culpado e as pessoas que, segundo as leis civis, devem responder pelos atos daquele].

42 Apud MONTENEGRO, Antonio Lindbergh C. Ressarcimento de danos pessoais e materiais. Rio de Janeiro: Lumen Juris, 7a. ed. 2001. p. 98-99.

43 SANTOS, Antonio Jeová. Op. cit. p. 108.

44 MONTENEGRO, Antonio Lindbergh C. Op. cit. p. 99.

45 Art. 32 da CF: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della coletività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitário se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”.

46 [“L’art. 2.043 c.c. è una sorta di ‘norma in bianco’: mentre nello stesso articolo è espressamente e chiaramente indicata l’obbligazione risarcitoria, che consegue al fatto doloso o colposo, non sono individuati i beni giuridici la cui lesione è vietata: l’illicceità oggettiva del fatto, che condiziona il sorgere dell’obbligazione risarcitoria, viene indicata unicamente attraverso l‘ingiustizia’ del danno prodotto dall’illecito. É stato affermato, quase all’inizio di questo secolo (l’osservazione era riferita all’art. 1.151 dell’abrogato codice civile ma vale, ovviamente, anche per il vigente art. 2.043 c.c.) che l’articolo in esame ‘contiene una norma giuridica secondaria, la cui applicazione suppone l’esistenza d’una norma giuridica primaria, perchè non fa che statuire le conseguenze dell’ingiuria, dell’atto contra ius, cioè della violazione della norma di diritto obiettivo. Il riconoscimento del diritto alla salute, come fondamentale diritto della persona umana, comporta il riconoscimento che l’art 32 Cost. integra l’art. 2.043 c.c., completandone il precetto primário”].

47 [“L’art. 2.043 c.c., correlato all’art. 32 Cost., va, necessariamente esteso fino a comprendere il risarcimento, non solo dei danni in senso stretto patrimoniali ma (esclusi, per le ragioni già indicate, i danni morali subiettivi) tutti i danni che, almeno potenzialmente, ostacolano le attività realizzatrici della persona umana”].

48 [“Tutto quanto innanzi rilevato chiarisce, che, pur partendo da diverse interpretazioni dell’art. 2.043 c.c., la giurisprudenza e la dottrina, nella asssoluta magioranza, no soltanto ritengono il danno biologico compreso e disciplinato dal predetto articolo ma indicano in quest’ultimo la disposizione, di carattere generale, che consente la risarcibilità, senza alcuna limitazione, del precitato danno”].

49 (Luvoni, R., Bernardi, L., Mangilli, F.: Guida alla valutazione medico-legale del danno biologico e dell’invalidità permanente. Milano: Giuffrè, 1990. www.studiocelentano.it/doctrine/del_danno_biologico.htm – Citação Francesco de Robertis (consulta em 18.01.2003).

50 OTTONELLO, Carla. Il danno biologico, in particolare le conseguenze del mobbing sull’integrità psicofísica del lavoratore. www.diritto.it/articoli/civile/ottonello3.html – Consulta em 19.12.02.

51 Il danno alla persona – evoluzione e disciplina. www.giustizia-italiana.it/articoli/dannobiologico.htm Consulta em 01.03.2003.

52 www.unicam.it./ssdici/biol.html – Consulta em 03.03.2003.

53 Art. 2.º CR: “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali, ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.”

54 ZIVIZ, Patrizia. La tutela risarcitoria della persona. Danno morale e danno esistenziale. Milano: Giuffrè, 1999. p. 411-412. Apud MACCARONE, Matteo. Le imissione. Tutela reale e tutela della persona. Milano: Giuffrè, 2002. p. 61.

55 SESSAREGO, Carlos Fernandez, “Proteción a la persona humana, Ajuris. Revista da Associação dos Juízes de Direito do Rio Grande do Sul, n. 56, 1.992, nov., p. 87-142.

56 CENDON, Paolo. Premessa – La giurisprudenza del danno esistenziale, de Giuseppe Cassano. Piacenza: La Tribuna. 2002. p. 11-12.

57 POSITANO, Gabriele. Il danno esistenziale. www.studigiuridici.unile.it/ – Consulta em 03.02.2003.

58 Art. 570 codice penale: “Chiunque, abbandonando il domicilio domestico, o comunque serbando uma condotta contraria all’ordine o alla morale delle famiglie, si sottrae agli obblighi di assistenza inerenti alla potestà dei genitori, alla tutela legale, o alla qualità di coniuge, è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa da lire duecentomila e due milioni.

Le dette pene si apllicano congiuntamente a chi:

1) malversa o dilapida i beni del figlio minore o del pupillo o del coniuge;

2) fa mancare i mezzi di sussistenza ai discendenti di età minore, ovvero inabili al lavoro, agli ascendenti o al coniuge, il quale non sia legalmente separato per sua colpa. Il delitto è punibile a querela della persona offesa salvo nei casi previsti dal numero 1 e, quando il reato è commesso nei confronti dei minori, dal numero 2 del presente comma.”

59 Art. 2.º CR: “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali, ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.”

60 [“Il che è stato del resto già ben posto in luce dalla Corte costituzionale con la nota sentenza n. 184 del 1986, relativa al danno-evento da lesione del diritto alla salute (c.d. danno biologico) ma riferibile (per la latitudine dei suoi enunciati) ad ogni analoga lesione di diritti comunque fondamentali della persona, risolventesi in un danno esistenziale alla vita di relazione”].

61 mobbing: termo derivado do inglês que significa “pressão exercida por um grupo de trabalhadores sobre um de seus pares”, utilizada no âmbito trabalhista. O empregado vítima de mobbing se desestabiliza psicologicamente, ficando mais vulnerável a acidentes do trabalho e sujeito a acusações de perda do rendimento ou da qualidade do seu serviço. Pode ser vertical quando ocorre entre um superior e um subordinado (bossing) ou horizontal, entre empregados da mesma categoria, por sentimento de inveja, ciúmes, ou competitividade exacerbada. (cf. www.unicam.it/ssdici/mobbing/index_mob.htm; www.diritto.it/osserv_diritti_umani/mobbing/campagnoli.html www.alenapoli.net/rubriche/avr01.htm – consulta em 05.03.2003.

Ainda: Assédio Moral e Responsabilidade das Organizações com os Direitos Fundamentais dos Trabalhadores Márcia Novaes Guedes – juíza substituta da Bahia. www.assediomoral.org/site/biblio/MD_01.php.



62 RAGO, Geppino. “Il danno esistenzialein Danno e Responsabilità n. 3/2002, p. 329-337. www.ipsoa.it/lalegge/news/danno.pdf. Consulta em 21.02.2003.

63 CANZI, Claretta. Il danno esistenziale. www.dirittoegiustiziaonline.it (consulta em 18.01.2003): “L’uomo al centro del mondo. La tutela della sua esistenzialità. Ecco le tematiche di cui se fa portatore questo nuovo millenio, che si affanna nell’affermare i diritti fondamentali della persona. Un’era in cui la persona vive come la vera protagonista e i problemi e i drammi della vita, dell’esistenzialità ritornano ad essere oggetto d’indagine anche dei pensieri dei giuristi (...) Segue questa tendenza la Suprema Corte riconoscendo, con la sentenza 7.713/00, il diritto al risarcimento del danno esistenziale. Si tratta dela violazione non di un diritto a mero contenuto patrimoniale ma di sottesi e più pregnanti diritti fondamentali della persona collocati al vertice della gerarchia dei valori”.

64 TRAZZI, Maria Rita. Il danno esistenziale: elementi e definizioni. www.filodiritto.com/diritto/penale/dannoesistenziale. (consulta em 07.01.2003) – [“un’autonoma categoria di danni non patrimoniali, riguardanti i risvolti personali ed esistenziali di qualunque genere di illecito, una modificazione negativa delle modalità atraverso le quali il soggetto esplica la propria personalità”].

65 CENDON, Paolo; ZIVIZ, Patrizia (a cura di), Il danno esistenziale. Una nuova categoria della responsabilità civile. Milano: Giuffrè. 2000 – introduzione. [“le attività realizzatrici della persona umana (compromesse più o meno definitivamente); il turbamento dell’agenda quotidiana, un diverso rapporto con il tempo e con lo spazio, la rinuncia forzata a – tante, poche – occasioni felici. Il peggioramento della qualità della vita”].

66 LUGLI, Daniela. Il contributo dello psicólogo nella determinazione del danno esistenziale. http://digilander.libero.it.castelfranco/Provvedimenti­Foro/23.htm. – consulta em 25.02.2003: [“compromissione di una delle molteplici espressioni della personalità umana, non necessariamente connessa al bene salute, né legato ad un pregiudizio economico o ad un danno non patrimoniale”].

67 CASSANO, Giuseppe. “La prima giurisprudenza del danno esistenziale”, Piacenza: La Tribuna, 2002 in Osservatorio del danno esistenziale, www.dannoesistenziale.it – [“Con tale termine si intende qualsiasi danno che l’individuo subisce alle attività realizzatrici della propria persona. Il danno esistenziale, in buona sostanza, altro non è che la lesione di qualsiasi interesse giuridicamente rilevante per la persona, risarcibile nelle sue conseguenze non patrimoniali”].

68 POSITANO, Gabriele. Il danno esistenziale. www.studigiuridici.unile.it /medicinalegale/documenti/GabrielePositano.htm (consulta em 03.02.2003).

69 POSITANO, Gabriele. loc. cit. Il danno esistenziale. www.studigiuridici.unile.it /medicinalegale/documenti/GabrielePositano.htm (consulta em 03.02.2003).

70 MACCARONE, Matteo. Op. cit. p. 77-78: [“Il danno morale è essenzialmente um ‘sentire’, il danno esistenziale è piuttosto un ‘fare’, (cioè un non poter più fare, um dover agire altrimenti). L’uno attiene per sua natura al ‘dentro’, alla sfera emotiva; l’altro concerne ‘il fuori’, il tempo e lo spazio della vitima. Nel primo è destinata a rientrare la considerazione del pianto versato, degli affanni; nell’altro l’attenzione per i rovesciamenti forzati dell’agenda”].

71 CRICENTI, Giuseppe. Op. cit. p. 166.

72 SESSAREGO, Carlos Fernández. Protección a la persona humana. Ajuris, cit., p. 129.

73 SESSAREGO, Carlos Fernández. Protección... Ajuris, op. cit., p. 129.




Compartilhe com seus amigos:
1   2   3   4


©principo.org 2019
enviar mensagem

    Página principal